Storia e Scopi
G.I.D.A.
Gestione Impianti Depurazione Acque S.p.A

La Gestione Impianti Depurazione Acque S.p.A., meglio conosciuta come G.I.D.A., è una società per azioni a capitale misto pubblico e privato costituita da tre soci:
l’Amministrazione Comunale di Prato, Confindustria Toscana Nord Lucca Pistoia Prato ed il Gruppo CONSIAG che detengono rispettivamente il 46,92% il 45.08% e l’8% delle azioni.
La G.I.D.A è nata nel 1981 a seguito dell’entrata in vigore della legge 319/76 nota anche come legge Merli.
Con la realizzazione dell’impianto di Baciacavallo, primo nucleo dell’attuale sistema centralizzato di depurazione delle acque di scarico civili ed industriali, il Comune di Prato e l’Unione Industriale Pratese, oggi Confindustria Toscana Nord Lucca Pistoia Prato, concordarono un’idonea risposta alla legge e con la costituzione di G.I.D.A. crearono una straordinaria sinergia, che ha garantito nel tempo l’incontestabile equilibrio fra le esigenze fondamentali dell’industria tessile pratese e i bisogni irrinunciabili della popolazione pratese.

Attualmente G.I.D.A. gestisce gli impianti di depurazione a servizio dei comuni di Prato, Vaiano, Vernio e Cantagallo, l’impianto di trattamento liquami di Calice e la rete dell’acquedotto industriale.

Oggi GIDA è più che mai preparata ad accogliere le nuove sfide che il suo ruolo le impone attraverso la ricerca e l’applicazione di tecnologie innovative e a basso consumo energetico, quali lo sviluppo del riciclo delle acque usate mediante l’acquedotto industriale, il potenziamento della piattaforma di smaltimento di rifiuti liquidi, il recupero del potenziale energetico dei fanghi di risulta della depurazione, infine la collaborazione fattiva alla realizzazione della fognatura separata per le acque di scarico industriali.